La tradizione enogastronomia di Tortolì è legata molto al folclore locale e soprattutto alla pesca, visto che in paese abbondano i pescatori.

Partendo dai primi piatti bisogna ricordare i “culurgiones”, dei ravioli locali ripieni di formaggi sardi freschi e patate e aromatizzati con erbe.

Sempre a base di patate non potrete non assaggiare la “Coccoi prena”, una focaccia molto gustosa e saporita. A base di pesce c’è ovviamente la zuppa di pesce, oltre a vari risotti con frutti di mare pescati nei mari vicini.

Passando alle pietanze troverete sia selvaggina, come pecora, porcetto e capra, cucinate in vari modi, che pesci, come i gamberoni alla griglia e la costosa ma prelibata aragosta.

Anche l’Ogliastra come tutta la Sardegna è poi famosa per i suoi formaggi gustosissimi tra i quali spiccano molte varianti di pecorino.

Infine i dolci, con amaretti, pirichitti e pardulas a farla da padrona. Tipico solo di Tortolì è poi il “pan’ e saba” a base di frutta secca come noci e mandorle.

Comunque in ogni caso, oltre alla gastronomia tipica locale di agriturismi e ristoranti, Tortolì offre la possibilità anche di mangiare “veloce” in paninoteche e snack bars insieme a lavoratori e studenti.

sapori

Share on FacebookShare on Google+Pin on PinterestTweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page